Tao e longevità – La trasformazione di mente e corpo

,

12,00

Disponibile su ordinazione

I metodi pratici dello yoga taoista, sia nel loro collegamento con i principi filosofici che ne costituiscono lo sfondo originario, sia nella loro dimensione concreta di una disciplina integrale e graduale per raggiungere l’obiettivo del Taoismo, la ‘longevità’ o la ‘vita superiore’.

Huai-Chin Nan (1918-2012) è considerato tra i grandi maestri contemporanei della tradizione spirituale cinese, esperto di tradizioni buddhiste, confuciane e taoiste. Studioso e praticante di antiche arti marziali cinesi, era anche esperto di medicina tradizionale cinese, letteratura, calligrafia e poesia cinese. Ha studiato ‘Social welfare’ alla Jinling University (Nanjing University), ha insegnato all’Accademia militare di Nanjing ed è stato comandante durante la seconda guerra sino-giapponese. Lasciò la carriera militare per dedicarsi allo studio del buddhismo e della meditazione. Nel 1942, all’età di 24 anni, si ritirò a meditare per tre anni nei monti Emei, uno dei quattro luoghi sacri di pellegrinaggio buddhisti in Cina. Nel 1945 si recò in Tibet per apprendere gli insegnamenti del Buddhismo Vajrayana, dove successivamente gli venne conferito il titolo ufficiale di ‘Vajra Master’. Dopo la rivoluzione in Cina, nel 1949, si trasferì a Taiwan dove insegnò presso la National Chengchi University, la Chinese Culture University e la Fu Jen Catholic University fino agli anni ’90. Dopo diversi anni trascorsi a Hong Kong nel 2004 rientrò in Cina, a Suzhou, dove due anni dopo fondò e diresse il ‘Taihu Great Learning Center’, scuola internazionale il cui scopo è di fondere i migliori insegnamenti tradizionali cinesi e occidentali. Ha scritto oltre trenta libri, stampati in milioni di copie nel suo paese, fino a pochi anni fa reperibili solo al mercato nero.

Autore/i

Lingua

Italiano

Numero di pagine

142

Editore

Anno di pubblicazione

1986